Sospeso il divieto di spandimento del liquame e del letame. Via libera da giovedì 26 Gennaio a giovedì 2 Febbraio (compreso) escluso domenica 29 Gennaio

f_14e0f8005d

A seguito della richiesta di Confagricoltura, l’ARPAE di Reggio Emilia ha disposto la sospensione del divieto invernale di spandimento del liquame e assimilati, del letame e assimilati NELLE ZONE NON VULNERABILI AI NITRATI.
Si può spandere da oggi giovedì 26 gennaio fino a giovedì 2 febbraio (compreso), escluso domenica 29 gennaio, su terreni coltivati con le seguenti colture: prati, inclusi i medicai a partire dal terzo anno, cerali autunno-vernini, colture arboree con inerbimento permanente ed altre colture a semina primaverile precoce.
Si ricorda che dovranno comunque essere rispettate le seguenti condizioni:
**lo spandimento dovrà essere effettuato dalle ore 9 alle ore 16
**lo spandimento dovrà essere effettuato con l’utilizzo di mezzi di spandimento atti a minimizzare le emissioni di azoto in atmosfera, (ad esempio i liquami: spandimento superficiale a bassa pressione, con rilascio al suolo del liquame per semplice caduta, uso di piatto deviatore per spargimento laterale o a ventaglio, o da ugelli montati su ali distributrici e muniti di dispositivo rompigetto) escludendo l’uso di getti ad alta pressione;
**su ogni ettaro potrà essere distribuita una quantità di azoto non superiore al 15% del fabbisogno annuale della coltura per la quale si effettua lo spandimento;
**i terreni oggetto dello spandimento non devono essere innevati, gelati o saturi d’acqua;
**deve essere evitato ogni fenomeno di ruscellamento del liquame all’atto della somministrazione,
**mediante adozione di adeguate tecniche di distribuzione in relazione alle sistemazioni idrauliche agrarie in essere;
**la distribuzione dei reflui zootecnici dovrà essere sospesa in caso di precipitazioni meteoriche

Ultima modifica:

I commenti sono chiusi.