Successo per il debutto di Agricycle all’agriturismo La Razza

14238371_1034952136602077_9067754389890927623_n

14238103_1034952906602000_8495571559865630082_n

IMG-20160911-WA0001

Successo per “Agricycle” il format per cicloturisti desiderosi di scoprire la geografia del made in Italy agroalimentare all’Agriturismo La Razza a Reggio Emilia. Si tratta della prima pedalata benefica a sostegno di AfricHand Project, il progetto della Ong bolognese Cefa per la costruzione di una centrale del latte in Mozambico.

“Una manifestazione capace di avvicinare al territorio e a quello che può offrire con l’obiettivo di aumentare la sensibilità verso un ritmo di vita più sano e lento, meno impattante che sappia valorizzare i prodotti sani e tipici con assaggi e degustazioni”. Cosi spiega Paolo Zoboli, Presidente di Agriturist provinciale e titolare dell’Agriturismo “La Razza” a Canali di Reggio Emilia.
“Abbiamo unito ad un percorso in bicicletta nella natura di circa 30 chilometri ma alla portata davvero di tutti a momenti conviviali- continua Zoboli. L’evento è nel calendario “Le domeniche di Agricycle”, Club di Eccellenza che raggruppa gli agriturismi dell’Emilia Romagna aderenti a Confagricoltura che incentivano e promuovono il turismo attraverso la scoperta del territorio in bicicletta. L’Agriturismo è un modo diverso di fare vacanza- conclude Zoboli- e molto apprezzato dai nostri clienti che possono contare su un’offerta qualificata grazie a regole molto severe. Negli ultimi 12 anni è raddoppiato il numero di Agriturismi in Italia che oggi sono oltre 22mila. Nel reggiano sono 91 le strutture ricettive”.
La giornata è stata organizzata in collaborazione con Tuttinbici Reggio Emilia, associata Fiab. Partendo dall’Agriturismo La Razza di Canali e attraverso stradine minori e piste ciclabili si è arrivati a Scandiano, poi la colazione. Alla ripartenza, dopo aver attraversato piazze e vicoli di Scandiano per ammirarne il bellissimo centro storico, il percorso ha toccato la strada pedecollinare per ritornare all’Agriturismo La Razza dove è stato proposto l’aperitivo tipico reggiano, con salumi, gnocco al forno, erbazzone, Parmigiano Reggiano, Spergola frizzante ed altro, tutto di produzione de La Razza.
Il cicloturismo è uno dei mezzi più efficaci per sviluppare e consolidare un sistema a rete tra aziende agricole, borghi, arte, natura e gastronomia. Le esperienze già oggi, in tutt’ Europa, generano un indotto economico rilevante e in costante crescita.
“Ciò che è stato realizzato nel nord e centro Europa, nell’isola di Maiorca e in Trentino è un esempio da imitare – aggiunge Marcello Bonvicini, Presidente Confagricoltura Reggio Emilia- c’è ancora tanto da investire sui percorsi, sulla segnaletica, sulla sicurezza sull’ intermodalità tra bici e altri mezzi di trasporto, treno in primis. Chi va in bici vive piccole fatiche e grandi emozioni che rendono indelebile il ricordo dei luoghi che attraversiamo il paesaggio forgiato in gran parte dall’opera degli agricoltori, il cibo e il buon bere. Confagricoltura Reggio Emilia è orgogliosa perché questa iniziativa prende il via proprio nella nostra provincia e in uno dei nostri agriturismi più significativi. Oltre al successo dell’iniziativa, auspichiamo che serva per scoprire un agriturismo di qualità. La Razza è un vero agriturismo perché è una vera azienda agricola, specializzata nell’allevamento e nella viticoltura. L’autenticità di aziende come questa- conclude Bonvicini- viene immediatamente percepito da chi le visita, prima ancora della bellezza delle strutture, della qualità dell’ospitalità o della cucina”.

Ultima modifica:

I commenti sono chiusi.