AL VIA LA DOMANDA PER L’INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

Il patronato Enapa è a disposizione per presentare le istanze

 

Confagricoltura Piacenza rende noto che è possibile presentare domanda per ottenere l’Indennità di disoccupazione agricola. I lavoratori agricoli e i lavoratori a tempo determinato, italiani e immigrati regolari, che hanno lavorato nell’anno 2017 hanno diritto all’indennità di disoccupazione e devono presentare la domanda all’INPS tramite i patronati entro e non oltre il 31 marzo 2018.

I requisiti per ottenere l’indennità sono i seguenti:

  • siano iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti, per l’anno cui si riferisce la domanda o che abbiano un rapporto di lavoro agricolo a tempo indeterminato per parte dell’anno di competenza della prestazione;
  • abbiano almeno due anni di anzianità nell’assicurazione contro la disoccupazione involontaria (mediante l’iscrizione negli elenchi agricoli per almeno due anni o in alternativa con l’iscrizione negli elenchi per l’anno di competenza della prestazione e l’accreditamento di un contributo contro la disoccupazione involontaria per attività dipendente non agricola precedente al biennio di riferimento della prestazione);
  • abbiano almeno 102 contributi giornalieri nel biennio costituito dall’anno cui si riferisce l’indennità e dall’anno precedente (tale requisito può essere perfezionato mediante il cumulo con la contribuzione relativa ad attività dipendente non agricola purché l’attività agricola sia prevalente nell’anno o nel biennio di riferimento). Possono essere utilizzati, per raggiungere i 102 contributi, anche quelli figurativi relativi a periodi di maternità obbligatoria e di congedo parentale, compresi nel biennio utile.

“La disoccupazione agricola 2018 – spiega la responsabile provinciale del patronato Enapa, Cristina Modenesi – è una prestazione a sostegno del reddito concessa agli operai iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli. L’indennità è pagata in un’unica soluzione dall’Inps e spetta per tutte le giornate lavorate per un importo pari al 40%, e trattenuta del 9% per ogni giornata pagata come indennità di disoccupazione a titolo di contributo di solidarietà mentre agli operai agricoli a tempo indeterminato la misura dell’indennità è pari al 30% della retribuzione effettiva. Ricordiamo che il temine tassativo di scadenza per la presentazione è il 31 marzo 2018. E’ importante – conclude Modenesi – che i lavoratori si rechino al più presto negli uffici del patronato Enapa per avviare l’iter della domanda. Inoltre, contestualmente alla domanda di disoccupazione può essere richiesto, se spettante, l’assegno per il nucleo familiare”.

Cristina Modenesi – responsabile del Patronato Enapa.

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?