REGISTRI VITIVINICOLI ON LINE: ACCOLTA LA PROROGA DEL PERIODO DI SPERIMENTAZIONE

Confagricoltura Piacenza: utile testare i nuovi applicativi in periodo vendemmiale

 

Le organizzazioni che rappresentano la filiera vitivinicola hanno accolto con soddisfazione la proroga al 31 dicembre 2016 – concessa dal ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina – dell’entrata in vigore dell’obbligatorietà della tenuta in forma ‘dematerializzata’ dei registri vitivinicoli (dal sistema cartaceo a quello telematico). “La semplificazione degli adempimenti e la telematizzazione delle procedure, da sempre auspicata dalla filiera vitivinicola, segna un passaggio epocale – spiega il direttore di Confagricoltura Piacenza, Luigi Sidoli, che proprio qualche giorno fa aveva sottolineato la necessità di una proroga-. Il maggior periodo di sperimentazione dovrà consentire alle imprese e alla Pubblica Amministrazione di verificare che i meccanismi informatici assicurino il perfetto funzionamento e piena rispondenza con le attività aziendali, per evitare così di incorrere in errori e disfunzionalità potenzialmente sanzionabili dalle autorità di controllo”. La fase sperimentale ha infatti posto in evidenza alcune criticità operative. “Anche i nostri uffici e le aziende vitivinicole del nostro territorio – spiega Sidoli – si stanno confrontando, non senza difficoltà, con nuovi applicativi che non sono ancora completamente operativi”.

Viti

Ultima modifica:

Articoli correlati


E tu, cosa ne pensi?