RICHIESTA ANTICIPO DOMANDA PAC 2019

 

La recentissima legge 44/2019 prevede la possibilità di erogare il 50% della Domanda Unica in anticipo (entro il 31 luglio) rispetto ai termini ordinari, che prevedono l’avvio dei pagamenti a partire dal 15 di ottobre. Gli interessati dovranno presentare specifica richiesta entro il 20 giugno prossimo. I tempi sono quindi ristrettissimi, anche perché la richiesta di anticipo è stata resa piuttosto complicata e con alcune limitazioni importanti. Infatti per poter usufruire dell’anticipo, occorre che il beneficiario risponda ai seguenti requisiti:

 

  • il pagamento erogabile deve essere maggiore di € 750 (pari ad un valore di domanda pagabile di € 1.500);

  • non avere debiti esigibili da parte di AGREA o iscritti al registro nazionale debitori di AGEA  oppure non esigibili ma di cui è a conoscenza l’amministrazione;

  • non essere soggetto a provvedimenti di sospensione dei pagamenti;

  • non essere soggetto cedente in un trasferimento titoli non perfezionato alla data della concessione dell’anticipo;

  • avere capienza sufficiente sul de minimis;

  • essere agricoltore attivo a valere sulla campagna 2019;

  • presentare, ai fini antimafia e per importi superiori ad € 25.000, nuove autocertificazioni, qualora le precedenti siano scadute, con relativo aggiornamento in anagrafe.

    L’anticipo verrà calcolato sul premio base ed il greening, mentre l’interesse figurativo che si matura è attivato in regime de minimis e calcolato applicando il tasso di interesse della Banca d’Italia in vigore sul periodo che intercorre dalla data di erogazione e fino al 30 giugno 2020. Si precisa, inoltre, che le DU dei beneficiari richiedenti l’anticipo non potranno successivamente essere oggetto di eventuali ulteriori rettifiche. 

 

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?