Tutela della salute lavoratori. E.B.A.N.: finanziamento per la formazione obbligatoria .

 

Con recente decisione, l’E.B.A.N. (Ente Bilaterale Agricolo Nazionale) ha disposto il bando per il finanziamento delle attività formative obbligatorie in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Si ricorda che l’E.B.A.N. – costituito il 19 maggio 2011 ed operativo dal giugno 2014 – ha natura “sindacale” di Ente bilaterale (giuridicamente regolato ex art. 36 c.c. e seguenti) e svolge le funzioni attribuite alla bilateralità dal C.C.N.L. operai Agricoli e Florovivaisti (da ultimo vedasi art. 7, C.C.N.L. 19 giugno 2018).

In particolare l’E.B.A.N., per contratto collettivo, ha assorbito le funzioni in precedenza attribuite all’Osservatorio nazionale, al Fondo di formazione professionale “Agriform”, alla Commissione nazionale paritetica per le pari opportunità e al Comitato paritetico nazionale per la salute e la sicurezza sul lavoro. L’ente bilaterale nazionale, inoltre, promuove e coordina lo sviluppo delle Casse Extra – Legem e degli Enti Bilaterali Agricoli Territoriali.

Statutariamente, l’E.B.A.N. organizza e gestisce attività e servizi di welfare e di integrazione al reddito, se individuati dal C.C.N.L. o da altre fonti contrattuali o da accordi stipulati dalle parti.

Ancora, ha funzioni di monitoraggio, informazione ed osservazione del mercato del lavoro ed altresì promuove le relazioni sindacali e l’applicazione della contrattazione collettiva e svolge altre funzioni ritenute opportune dalle parti, per il miglioramento delle relazioni sindacali.

 

L’E.B.A.N. ha, inoltre, la gestione del Fondo FISA (che è subentrata da qualche anno al Fondo FISLAF) per le prestazioni di assistenza sanitaria integrativa.

Venendo al nuovo bando queste le principali caratteristiche.

 

L’E.B.A.N. :

  • mette a disposizione 750.000,00 euro, ripartiti in tre aree territoriali (nord: 30%, centro: 30%, sud: 40%);
  • le domande sono presentate dall’azienda;
  • sono ammessi progetti aziendali, di gruppo/rete e territoriali con massimali di finanziamento differenziati per tipologia (i limiti di intervento economico del fondo sono aziendali: € 5.000; e di gruppo/rete e territoriali: € 15.000);
  • ogni azienda agricola potrà richiedere solo un finanziamento e può partecipare ad un solo progetto. I gruppi aziendali, le aziende legate da un contratto di rete e i progetti territoriali presentati dagli Enti o Agenzie formative possono ricevere nel massimo un finanziamento di € 30.000;
  • i progetti da finanziare – trattandosi di formazione obbligatoria – sono predefiniti secondo le normative vigenti;
  • l’assegnazione dei finanziamenti avverrà con la modalità “a sportello”, seguendo l’ordine cronologico di arrivo dei progetti (secondo il c.d. click day).

Il bando precisa che le domande per il finanziamento devono essere inviate con posta elettronica certificata all’indirizzo enteeban@pec.it a partire dalle ore 9:00 del 16 luglio 2019 e fino alle ore 18:00 del 31 luglio 2019 (la documentazione dovrà poi essere inviata successivamente in formato cartaceo, con raccomandata con ricevuta di ritorno, presso la sede di EBAN – Via Flavia 3; 00187 Roma – deve essere spedita entro le ore 18:00 del 20 settembre 2019);

Si ricorda, altresì, che il finanziamento E.B.A.N. costituisce l’unico strumento di finanziamento a fondo perduto per obblighi formativi infortunistici, dato che i fondi interprofessionali per la formazione continua, quale FOR. AGRI, non possono più finanziare questa tipologia di corsi ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n. 651/2014.

Possono aderire al bando per il finanziamento per la formazione di cui si è detto unicamente le aziende agricole iscritte all’E.B.A.N. ed in regola con il pagamento della relativa contribuzione (dal 2019 le imprese debbono essere iscritte all’E.B.A.N. da almeno 18 mesi).

(M. Mazzanti)

 

 

 

 

 

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?