Dichiarazione di vendemmia e rivendicazione delle produzioni DO e IG 2018.

Dichiarazione di vendemmia e rivendicazione delle produzioni DO e IG 2018.

Sono tenuti a presentare la dichiarazione di vendemmia i seguenti soggetti:

  • produttori di uva da vino che effettuano la raccolta e, successivamente, la cessione totale dell’uva prodotta;
  • produttori di uva da vino che effettuano la raccolta e la vinificazione con utilizzo esclusivo di uve proprie;
  • produttori di uva da vino che effettuano la raccolta, la cessione parziale e la vinificazione con utilizzo esclusivo di uve proprie;
  • produttori di uva da vino che effettuano la raccolta e la vinificazione con aggiunta di uve e/o mosti acquistati;
  • produttori di uva da vino che effettuano la raccolta, la cessione parziale e la vinificazione con aggiunta di uve e/o mosti acquistati;
  • soggetti che effettuano l’intermediazione;
  • le associazioni e le cantine cooperative, relativamente alle uve raccolte dai soci o per eventuali vigneti condotti direttamente dalla stessa cantina.

I conduttori dei vigneti che sono stati ritenuti idonei alle produzioni DO, effettuano contestuale rivendicazione delle uve DO e IG avvalendosi della modulistica della dichiarazione di vendemmia.

Si precisa che la dichiarazione deve essere presentata anche se la produzione di uva nella campagna interessata sia stata uguale a zero.

Sono tenuti alla presentazione della dichiarazione di vendemmia anche i conduttori di vigneti che abbiano effettuato la “vendita su pianta” delle uve.

Sono esonerati dall’obbligo della presentazione della dichiarazione di vendemmia:

  • Le persone fisiche o giuridiche o gli Organismi Associativi di dette persone la cui produzione di uve è interamente destinata ad essere consumata come tale, ad essere essiccata o ad essere trasformata direttamente in succo di uva da parte del produttore oppure da parte di una industria di trasformazione specializzata;
  • I produttori le cui aziende comprendono meno di 0,1 ettari di vigneto e il cui raccolto non è stato né sarà, neppure in parte, immesso in commercio in qualsiasi forma;
  • I produttori che consegnano la totalità della propria produzione ad un Organismo Associativo; in ogni caso, tali soggetti sono tenuti alla compilazione del quadro F2.

Sono obbligati a presentare la dichiarazione di produzione vino e/o mosto i seguenti soggetti:

  • produttori di uva da vino che effettuano la raccolta e, successivamente, la cessione totale dell’uva prodotta;
  • produttori che effettuano la raccolta e la vinificazione con utilizzo esclusivo di uve proprie;
  • produttori che effettuano la raccolta la cessione parziale e la vinificazione con utilizzo esclusivo di uve proprie;
  • produttori che effettuano la raccolta e la vinificazione con aggiunta di uve e/o mosti acquistati;
  • produttori di che effettuano la raccolta, la cessione parziale e la vinificazione con aggiunta di uve e/o mosti acquistati;
  • produttori che effettuano la vinificazione esclusivamente con uve e/o mosti acquistati;
  • le associazioni e le cantine cooperative.

Si specifica che i prodotti diversi dal vino che fossero in viaggio alle ore 24:00 del 29 novembre dovranno essere dichiarati nella disponibilità del destinatario e non dal cedente.

I prodotti detenuti alla data del 30 novembre per “conto lavorazione” devono essere dichiarati dal soggetto che a tale data li detiene e non dall’effettivo proprietario.

Sono esonerati dall’obbligo della presentazione della dichiarazione di produzione viticola:

    • I produttori che, mediante vinificazione nei loro impianti dei prodotti acquistati, ottengono un quantitativo di vino inferiore a 10 hl, che non è stato e non sarà commercializzato sotto qualsiasi forma;
    • I produttori di uve che consegnano la totalità della propria produzione ad un organismo associativo, soggetto all’obbligo di presentare una dichiarazione, riservandosi di produrre un quantitativo di vino inferiore a 10 hl, che non è stato e non sarà commercializzato sotto qualsiasi forma.

Dichiarazione Preventiva

La dichiarazione preventiva consente la rivendicazione della produzione di particolari tipologie di vini DO/IG che devono essere commercializzati antecedentemente alla data di presentazione della dichiarazione di vendemmia e di produzione vino.

La dichiarazione preventiva è inserita all’interno della Dichiarazione di vendemmia, e può essere compilata e stampata prima del completamento della Dichiarazione di vendemmia stessa;

Il modello debitamente compilato dovrà essere presentato alla competente struttura di controllo incaricata.

Le dichiarazioni di vendemmia e di produzione vino e/o mosti devono essere presentate relativamente alla Regione o Provincia autonoma nel cui territorio si trovano i vigneti o gli impianti di vinificazione.

Per la campagna 2018/2019:

  • le dichiarazioni di vendemmia devono essere presentate entro il 15 novembre
  • le dichiarazioni di produzione vitivinicola devono essere presentate entro il 15 dicembre 2018.

Controlli delle superfici a vigneto

La dichiarazione di vendemmia e la dichiarazione preventiva vengono sottoposte ad un controllo di corrispondenza della superficie di origine delle uve vendemmiate rispetto alle informazioni presenti nel fascicolo aziendale e dei requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, nel caso di produzioni DO e/o IG.

Si precisa che il valore di superficie che viene considerato quale valore in dichiarazione è la superficie misurata sul Sistema Informativo Geografico (GIS).

(A. Caprara)

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?