LEGGE DI BILANCIO: LE PRINCIPALI NOVITÀ FISCALI.

Legge di Bilancio: le principali novità fiscali.

L’approvazione della Legge di Bilancio 2018 (L. 27/12/2017 n. 205) con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale introduce novità di cui si elencano le principiali.

Rinvio aumento aliquote IVA (c. 2)

Rinvio all’anno 2019 dell’aumento delle aliquote IVA con previsione che l’aliquota ridotta del 10% passerà all’11,50% dal 2019 e al 13% dal 2020 e l’aliquota ordinaria del 22% passerà al 24,2% dal 2019, al 24,9% dal 2020 e al 25% dal 2021.

Interventi di riqualificazione energetica (c. 3)

E’ prorogata al 31.12.2018 la detrazione relativa agli interventi di riqualificazione energetica nella misura del 65%. Per gli impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore alimentati da biomasse e per le schermature solari la detrazione è ridotta al 50%.

Interventi di recupero edilizio (c. 3)

E’ prorogata al 31/12/2018 la detrazione Irpef per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio ex art. 16-bis TUIR nella misura del 50% su un importo massimo di € 96.000.

Bonus mobili ed elettrodomestici (c. 3)

E’ prorogata al 31/12/2018 la detrazione Irpef del 50% per le spese di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di categoria A+ o A finalizzati all’arredo di immobili oggetto di interventi di recupero edilizio. Relativamente alle spese sostenute nel 2018 i lavori di recupero edilizio devono essere iniziati a decorrere dal 1/1/2017.

Interventi per sistemazioni a verde di aree e unità abitative (c. 12 – 15)

E’ introdotta per il 2018 la nuova detrazione Irpef del 36%, da ripartire in 10 rate annuali, su una spesa massima di € 5.000 per unità immobiliare, relativa alle spese sostenute per sistemazione a verde di aree scoperte o unità immobiliari, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Cedolare secca per canoni concordati (c. 16)

Anche per il biennio 2018-2019 è applicabile la cedolare secca del 10% sugli affitti a canone concordato.

Proroga dell’iper e super ammortamento (c. 29 – 35)

Sono prorogate per l’anno 2018 le misure già presenti lo scorso anno che consentono alle imprese di maggiorare le quote di ammortamento dei beni strumentali a fronte di nuovi investimenti. Gli incentivi si applicano esclusivamente nei confronti di titolari di reddito di impresa e per gli esercenti arti e professioni il cui reddito è determinato in via analitica.

Fatturazione elettronica (c. 909; 915 – 917)

Dal 1/1/2019 le cessioni di beni e le prestazioni di servizio poste in essere tra soggetti residenti identificati in Italia dovranno essere obbligatoriamente documentate da fattura elettronica trasmessa al Sistema di Interscambio (SdI) messo a disposizione dall’Amministrazione Finanziaria. La trasmissione può essere effettuata da un intermediario abilitato. Restano escluse dall’obbligo le operazioni effettuate o ricevute verso soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, per le quali entro l’ultimo giorno del mese successivo andranno fornite all’Amministrazione le relative informazioni. In caso di emissione della fattura con modalità diverse da quella sopra indicata la fattura si intende non emessa ed al mancato corretto adempimento sono applicabili sanzioni. Lo SdI sarà utilizzato dall’Amministrazione anche per acquisire dati fiscalmente rilevanti. Gli obblighi relativi alla conservazione delle fatture elettroniche si intendono soddisfatti per tutti i documenti trasmessi con il sistema SdI e memorizzati dall’Agenzia Entrate. Sono esclusi dall’obbligo i contribuenti minimi e forfetari. Viene anticipato al 1/7/2018 l’obbligo di emissione della fattura elettronica per le cessioni di benzina e gasolio per motori e prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese per appalti con la Pubblica Amministrazione. Contestualmente dal 1.1.2019 è abrogato lo spesometro.

Abolizione scheda carburante (c. 920 – 927)

Dal 1.7.2018 è abolita la scheda carburante quale strumento per la certificazione degli acquisti di carburante per autotrazione. Dalla stessa data gli esercenti degli impianti di distribuzione carburante sono obbligati all’emissione della fattura elettronica. Ai fini della detraibilità Iva e della deducibilità del costo i pagamenti devono essere effettuati  con carte di credito, di debito o prepagate.

Pagamento delle retribuzioni (c. 910 – 914)

Dal 1.7.2018 è fatto divieto di corrispondere in contanti le retribuzioni al lavoratore a prescindere dalla tipologia del rapporto pena l’applicazione della sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro.

Sospensione esecuzione modelli F24 (c. 990)

E’ stabilito che l’Agenzia delle Entrate può sospendere fino a 30 giorni l’esecuzione dei modelli F24 relativi a compensazioni che presentano profili di rischio. In caso di rilievo di un non corretto utilizzo del credito il versamento non si considera effettuato.

Rivalutazione terreni e partecipazioni (c. 997 – 998)

E’ riproposta la possibilità di rivalutare il costo di acquisto dei terreni edificabili ed agricoli e delle partecipazioni all’1.1.2018 mediante redazione di perizia di stima e versamento dell’imposta sostitutiva dell’8% entro il 30.6.2018

Canone RAI (c. 1144)

Per il 2018 la misura del canone di abbonamento RAI per uso privato resta a 90 euro.

(E. Cricca)

 

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?