Bando Isi agricoltura 2016.

Bando Isi agricoltura 2016.

L’Inail finanzia le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

Fondi a disposizione

Con l’Avviso pubblico Isi agricoltura 2016 Inail mette a disposizione euro 45.000.000,00 suddivisi in due assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

Asse 1:  riservato a giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria. La dotazione destinata a finanziare l’Asse 1 è pari a 5 milioni di euro;

Asse 2:  per la generalità delle imprese agricole. La dotazione destinata a finanziare l’Asse 2 è pari a 40 milioni di euro. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Il contributo, pari al 40% dell’investimento (50% per gli imprenditori giovani agricoltori), per un massimo di euro 60.000,00 ed un minimo di euro 1.000,00, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

Cumulo

Gli aiuti di cui al presente Avviso possono essere cumulati:

  • con altri aiuti di Stato riguardanti diversi costi ammissibili individuabili;
  • con gli stessi costi ammissibili, in tutto o in parte coincidenti, unicamente se tale cumulo non comporta il superamento dell’intensità di aiuto pari al:

– 50% dell’importo di costi ammissibili, per i soggetti beneficiari dell’Asse 1;

– 40% dell’importo di costi ammissibili, per i soggetti beneficiari dell’Asse 2.

Gli aiuti di cui al presente Avviso non sono cumulabili con aiuti de minimis relativamente agli stessi costi ammissibili, se tale cumulo porta a un’intensità di aiuto superiore alle percentuali predette.

Accesso alla procedura on line

L’inserimento online del progetto sarà possibile dal 10 novembre 2016 ed entro e non oltre le ore 18.00 del 20 gennaio 2017.

Nella sezione “accedi ai servizi online” del sito Inail, le imprese registrate avranno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consentirà di:

– effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;

– verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;

– salvare la domanda inserita;

– effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “INVIA”.

Questo specifico “bando ISI agricolo” per il 2016 è stato notificato dal Governo italiano, per il tramite dell’INAIL, alla Commissione Europea per la valutazione di compatibilità con il mercato interno, in conformità alle norme sugli aiuti di Stato.

L’esito positivo di tale procedura consentirebbe di superare i limiti del de minimis – per il settore agricolo, come noto, di molto inferiori a quelli vigenti negli altri settori produttivi (15.000 euro contro 200.000) – che fino ad oggi hanno fortemente limitato l’accesso da parte delle aziende agricole ai finanziamenti concessi dell’INAIL.

La procedura di valutazione da parte della UE dovrebbe concludersi in tempi brevi.

Il click day per l’accesso ai finanziamenti è invece previsto per il mese di gennaio 2016 (ma le domande potranno essere caricate sul portale INAIL già a partire dall’autunno).

(S. Casini)

 

 

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?