Il controllo funzionale delle macchine irroratrici (D. 22 gennaio 2014).

Il controllo funzionale delle macchine irroratrici (D. 22 gennaio 2014).

 

Si ricorda che il Decreto Legislativo n.150 che recepisce la Direttiva Europea 2009/128/CE sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari stabilisce che tutte le attrezzature per la distribuzione di prodotti fitosanitari anche in settori non agricoli impiegate da utilizzatori professionali devono essere sottoposte almeno una volta al controllo funzionale entro il 26 novembre 2016 presso un centro prova autorizzato Successivamente a tale data, potranno essere impiegati solo i mezzi ad uso professionale che abbiano superato i test di verifica. Le verifiche dovranno essere effettuate ogni 5 anni fino al 31 dicembre 2020 e successivamente ogni 3 anni; le attrezzature acquistate dopo il 26/11/2011 devono essere sottoposte alle verifiche funzionali entro 5 anni dalla data d’acquisto. Rimangono sempre 2 anni per le macchine destinate ad attività in conto terzi.

Per controllo funzionale si intende l’insieme di verifiche e controlli, eseguiti con l’ausilio di apposita attrezzatura e seguendo uno specifico protocollo di prova, atti a valutare la corretta funzionalità dei componenti di una macchina irroratrice in uso. Le modalità di esecuzione dei controlli funzionali, le caratteristiche delle attrezzature da impiegare per la loro effettuazione, i protocolli di prova da seguire e i relativi limiti di accettabilità, le tipologie di irroratrici oggetto di deroghe o esentate dal controllo periodico vengono riportate all’interno del Piano di Azione Nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

I principali controlli effettuati sulle barre irroratrici e sugli atomizzatori: · Serbatoio principale: tenuta e capacità di agitazione della miscela fitoiatrica; · Pompa principale: funzionalità e assenza di perdite; · Scala di lettura del liquido: presenza e leggibilità; · Manometro: presenza, funzionalità e adeguatezza della scala di lettura alla pressione di esercizio; · Sistema di regolazione: funzionalità; · Sistema di filtrazione: presenza di almeno 1 filtro e funzionalità; · Tubazioni: tenuta alla pressione di esercizio massima; · Barra di distribuzione (solo barre irroratrici): orizzontalità, simmetria sx-dx; · Ugelli: uniformità della portata lungo la barra nel caso delle barre irroratrici e uniformità della portata tra lato destro e sinistro nel caso degli atomizzatori; · Qualità della distribuzione: diagramma di distribuzione orizzontale o verticali.

(A. Caprara)

 

Ultima modifica:

E tu, cosa ne pensi?