Agrinsieme Emilia-Romagna condivide le preoccupazioni di Assopa ad inizio della nuova campagna pataticola

Agrinsieme Emilia-Romagna condivide le preoccupazioni di Assopa ad inizio della nuova campagna di escavazione e commercializzazione delle patate.

In questa fase sarebbe opportuna la definizione del prezzo, tenendo però conto delle situazioni contingenti e del fatto che la maggior parte del prodotto in questa fase non viene venduta, ma viene ritirata con un contratto di conto deposito.

Le prospettive di mercato, qualora venissero confermati i quantitativi dei primi giorni di raccolta nell’areale di produzione tipica e di qualità, e si prolungasse l’attuale situazione climatica nel centro-nord Europa, non si discostano dall’annata precedente, quindi le aspettative sono per una conferma dei prezzi della scorsa campagna.

Agrinsieme Emilia-Romagna concorda sulla necessità di contrastare l’immissione fraudolenta di prodotto non certificato nel mercato tutelato delle produzioni regionali, e sostiene Assopa nell’uso degli strumenti di controllo dell’origine e della tracciabilità del prodotto.

In conclusione Aginsieme Emilia-Romagna ribadisce la necessità di tutelare i produttori nelle loro aspettative di remunerazione, per consentire ad una filiera di qualità, vero patrimonio delle province di Bologna e Ferrara, di continuare a svilupparsi.

 

Ultima modifica:

I commenti sono chiusi.