Progetto Camarg: la filosofia del km zero nel campo agroalimentare. Confagricoltura Emilia-Romagna partner

LA FILOSOFIA DEL KM ZERO NEL CAMPO AGROALIMENTARE – Un modo rapido di consegnare I prodotti direttamente sulle tavole dei consumatori

Il progetto CAMARG “Clusters of Innovative Zero-km Agrofood Marketplaces for Growth”, approvato e finanziato dal programma Interreg Mediterranean 2014 – 2020, è ufficialmente iniziato il 1 febbraio e si protrarrà complessivamente per 30 mesi. I mesi di febbraio e di marzo sono stati dedicati a due Kick-off Meeting (KoM).

Il primo KoM si è tenuto alla fine di febbraio a Vic, in Spagna, e ha riguardato il progetto orizzontale SYNGGI. I progetti orizzontali sono una novità dello scenario del Programma MED: hanno lo scopo di promuovere le attività e lo sfruttamento dei risultati dei progetti modulari che si trovano all’interno della Green Growth Community.  Al KoM di SYNGGI, i partner dei sei progetti modulari, tra cui CAMARG, hanno incontrato il Program Officer ed i rappresentanti di SYNGGI per familiarizzare con la logica del programma MED. Uno dei fini dell’incontro era anche quello di trovare sinergie e modalità di cooperazione tra i sei progetti per una più efficiente diffusione dei risultati ed il raggiungimento di una più ampia platea possibile.

Il 23 marzo si è poi tenuto a Bologna il KoM di CAMARG, a cui hanno partecipato i partner del progetto, i rappresentanti di SYNGGI e di altri progetti nell’ambito del programma MED e istituzioni locali, oltre ad alcuni membri del National Contact Point. Lo scopo dell’incontro è stato quello di creare un legame tra le istituzioni ed i partner che lavoreranno assieme all’implementazione del progetto, di definire le responsabilità dei diversi partner e i passi necessari a portare a termine con successo il progetto.

Il progetto CAMARG è stato concepito per superare le difficoltà dei piccoli produttori del settore agroalimentare a inserire i propri prodotti sul mercato: il progetto si propone di personalizzare, testare e validare una soluzione e-commerce che possa supportarli a diffondere i propri prodotti di alta qualità direttamente sulle tavole dei consumatori, senza dover subire la competizione della grande distribuzione. Al fine di implementare questa soluzione, è stato creato un consorzio di progetto che include 8 partner provenienti da settori differenti e da 4 paesi dell’area MED assieme a 4 partner associati, le cui competenze sono necessarie per l’implementazione del progetto. I partner del progetto sono: Consorzio IB Innovation, società del gruppo Interporto Bologna che si occupa di R&D ed Europrogettazione (coordinatore), BISY srl, Confagricoltura Emilia-Romagna, che rappresentano la parte italiana; Andalusian Institute of Technology, Cluster of agro-food Innovation in Granada, provenienti dalla Spagna; Regional Development Agency of Slavonia and Baranja, Association for Creative Development Slap, Prozenienti partner croati; Agrofood Regional Innovation and technology Transfer Center, Regional Chamber of Agriculture PACA, di parte francese. I partner associati sono uno per ognuna delle nazioni coinvolte: Regione Emilia-Romagna per l’Italia, Coop de France Alpes Mediterrannée per la Francia, Centre for Applied Life Science Healthy Food Chain Ltd per la Croazia and Municipality of Huetor-Tajar per la Spagna.

La soluzione proposta dal progetto CAMARG verrà dunque personalizzata e testata attraverso quattro azioni pilota, una per ognuna delle regioni coinvolte, utilizzando una piattaforma software già sviluppata. Questa soluzione verrà collaudata in funzione delle esigenze dei produttori, in modo da fornire ai consumatori un’alternativa per acquistare prodotti agroalimentari freschi e di alta qualità consegnati direttamente nelle loro case.

Il servizio verrà erogato tramite una piattaforma online in cui vi sarà la possibilità di tenere traccia delle attività dei trasportatori così come dei produttori. I clienti avranno a disposizione un catalogo elettronico continuamente aggiornato dai produttori e potranno pianificare ritiri, consegne e le diverse modalità di pagamento. L’efficienza della piattaforma verrà misurata attraverso una serie di indicatori e sarà personalizzata sulla base delle specifiche esigenze di ognuna delle 4 regioni coinvolte nel progetto.

Per informazioni: fedemili@confagricoltura.it

Ultima modifica:

I commenti sono chiusi.