Bandi di filiera per l’agroalimentare: Agrinsieme esprime soddisfazione

E’ stato approvato in Giunta Regionale Emilia Romagna un bando inerente al PSR (Programma di sviluppo rurale) per i
progetti di filiera 2017: si tratta di quasi 136 Milioni di euro da adoperarsi per rafforzare e strutturare il sistema
agroalimentare regionale.
Questa approvazione avviene dopo un percorso di confronto franco, partecipato, non privo di diversità di opinioni con
le principali organizzazioni agricole, industriali e sindacali; un metodo di lavoro che comunque continuiamo a valutare
adeguato all’importanza ed alla necessità di spendere le risorse pubbliche con attenzione e su obiettivi condivisi e
prioritari.
All’interno dei singoli progetti saranno attuabili 4 differenti misure al fine di sostenere gli investimenti nelle aziende
agricole e nelle imprese agroindustriali oltre che a favorire i processi di innovazione e formazione.
Nello specifico si prenderanno in considerazione le misure:
– 4.1.01 Investimenti in aziende agricole (dotazione 72,4 Milioni Euro)
– 4.2.01 Investimenti imprese agroindustriali (52,4 Milioni Euro)
– 16.2.01 Progetti pilota e sviluppo dell’innovazione (10 Milioni euro)
– 1.1.01 Sostegno alla formazione e acquisizione competenze (1 Milione di Euro)
La forte domanda di investimenti del settore agroalimentare regionale troverà in questo bando importanti risorse e
l’opportunità di finanziamento anche per gli investimenti ammissibili ma non finanziati all’interno dei bandi singoli che
potranno essere così recuperati.
I progetti, che sono da presentare entro fine luglio, avranno un massimale di 10 milioni di euro ed interesseranno tutti
settori produttivi.
“Agrinsieme esprime soddisfazione per un’opportunità di crescita e di sviluppo di tutte le filiere dell’agroalimentare
regionale” sostiene Cristian Maretti, coordinatore, “che già i bandi emanati hanno dimostrato di essere particolarmente
dinamico e partecipato. Per tutti noi lo strumento dei progetti di filiera rappresenta una naturale occasione del
rafforzamento del legame tra la fase produttiva, la trasformazione e il mercato, con l’importante obiettivo di rafforzare e
riequilibrare la distribuzione del valore aggiunto in tutta la filiera

Ultima modifica:

I commenti sono chiusi.